PERCHE’ SCEGLIERE QUIN?

Home / PERCHE’ SCEGLIERE QUIN?

Ci sono almeno cinque decisive ragioni per scegliere QUIN, ovvero l’unica quinoa selezionata e coltivata con metodo biologico, tracciabile al 100%, Made in Italy!!!

NUTRIENTE

La quinoa era molto preziosa per il popolo Inca, che la chiamava la “madre di tutti i cereali” e la riteneva sacra. E’ stata consumata per migliaia di anni in Sudamerica, sebbene sia diventata famosa solo negli ultimi anni.

Ecco il contenuto di nutrienti di una tazza di quinoa:

Proteine: 8 grammi
Fibre: 5 grammi
Manganese: 58% dell’RDA
Magnesio: 30% dell’RDA
Fosforo: 28% dell’RDA
Folati: 19% dell’RDA
Rame: 18% dell’RDA
Ferro: 15% dell’RDA
Zinco: 13% dell’RDA
Potassio: 9% dell’RDA
Più del 10% dell’RDA di Vitamine B1, B2 e B6
Piccole quantità di calcio, B3 (Niacina) e Vitamin E.

Tutto questo per un totale di 222 calorie, 39 grammi di carboidrati e 4 grammi di grassi. Contiene anche una piccola quantità di Omega 3.

La quinoa è NON OGM, naturalmente senza glutine e coltivata con metodo biologico.

VITALE

Ideale per bambini, sportivi e anziani

QUIN è ricca di proteine, sali minerali quindi ferro, magnesio, zinco e fosforo, fibre, vitamine B e C.

Inoltre grazie alla presenza di Lisina, fondamentale per lo sviluppo delle cellule cerebrale e della Metionina, utile per la metabolizzazione dell’insulina, è fortemente consigliata per l’alimentazione dei bambini, anche quelli intolleranti al glutine di cui la quinoa ne è priva. I pediatri consigliano di introdurla nell’alimentazione dei piccoli già durante lo svezzamento.

È importante per lo sviluppo del bambino durante la gestazione per lo sviluppo delle cellule del cervello e per energizzare l’organismo della gestante, ma anche per gli sportivi ed i convalescenti.

Essendo molto versatile è amata dai bambini che la apprezzano colorata con tante verdurine tagliate a pezzetti, oppure sotto forma di golose polpettine, nella minestrina e trasformata in prelibati dolcetti. Andando verso la stagione calda è ideale come pasto unico per un pic nic con i bambini, condita con pezzetti di pollo e carote e zucchine.

ELISIR

La quinoa contiene flavonoidi: quercetina and kaempferol

Gli effetti sulla salute del cibo vero e naturale vanno ben oltre il contenuto di vitamine e minerali. Oltre a questo, infatti, ci sono migliaia di tracce di nutrienti, e alcune fanno molto bene.

Tra queste troviamo delle molecole chiamate flavonoidi, antiossidanti che hanno dimostrato di avere interessanti benefici.

Due flavonoidi in particolare sono stati studiati per le loro proprietà: quercetina e Kaempferol, e si è visto che si trovano in grande quantità nella quinoa.

Infatti il contenuto di quercetina nella quinoa è più alto del contenuto in cibi come il mirtillo rosso (che è tipicamente considerato ricco di quercetina).

Queste importanti molecole hanno dimostrato di avere effetti antiinfiammatori, antivirali, antitumorali e antidepressivi in studi condotti sugli animali.

Introducendo la quinoa nella tua dieta, aumenterai quindi l’apporto di queste molecole e di altri importanti nutrienti.

La quinoa può avere effetti benefici sul metabolismo

Data l’alta quantità di nutrienti, ne consegue che la quinoa migliora la salute metabolica.

Lo studio sugli uomini ha evidenziato che usare la quinoa invece del comune pane senza glutine e pasta riduce gli zuccheri nel sangue, l’insulina e i trigliceridi.

E’ ricca di antiossidanti

La quinoa contiene molti antiossidanti.

Gli antiossidanti sono sostanze che neutralizzano i radicali liberi e si pensa aiutino a combattere l’invecchiamento e altre malattie.

SANA

La Quinoa di QuinItalia viene prodotta senza uso di pesticidi, concimi chimici di sintesi, ormoni, addittivi, coloranti e conservanti, per questo:

  • non contiene alcuna traccia di ingredienti transgenici essendo per legge OGM free al 100%. Nei prodotti convenzionali c’è una tolleranza dello 0,9% di OGM (organismi geneticamente modificati) senza obbligo di dichiarazione in etichetta, cosa che può trarre in inganno il consumatore, esponendolo inconsapevolmente a dei rischi
  • analisi effettuate evidenziano contenuti in vitamine, zuccheri, polifenoli, flavonoidi, antiossidanti, minerali e materia secca superiori rispetto agli alimenti convenzionali e contenuti in nitrati (sostanze potenzialmente cancerogene) nettamente inferiori: è stato calcolato che nutrendosi di cibi biologici si riduce del 30-40% l’assunzione giornaliera di nitrati.
  • per il metodo viene prodotta non danneggiamo l’ambiente, contribuendo anzi alla salvaguardia degli equilibri dell’agrosistema e alla tutela delle risorse naturali (suolo, atmosfera, acque sotterranee e superficiali, organismi animali e vegetali, biodiversità, ecc.).

RICCA

La Quin è ricca di fibre, più degli altri cereali

Un altro importante beneficio della quinoa è che è ricca di fibre.

Uno studio condotto su 4 varietà di quinoa ha scoperto un range tra 10 e 16 grammi di fibre ogni 100 grammi di quinoa.

Questo corrisponde a 17-27 grammi per tazza, che è un contenuto molto alto… più del doppio della maggior parte dei cereali. La quinoa bollita contiene ovviamente meno fibre, grammo per grammo, perché assorbe più acqua.

Il contenuto di fibre solubili è di 2,5 grammi per tazza (o 1,5 grammi per 100 grammi) che è un contenuto comunque accettabile.

Numerosi studi hanno mostrato che le fibre solubili possono aiutare ad abbassare i livelli di zuccheri nel sangue, abbassare il colesterolo, aumentare il senso di pienezza e aiutare a perdere peso.

Non contiene glutine ed è perfetta per le persone intolleranti al glutine

Una dieta senza glutine fa bene, ma solo se prevede cibi che sono naturalmente senza glutine.

Il problema sorge quando si mangiano alimenti “senza glutine” fatti con amidi raffinati.

Questi alimenti non fanno bene, e non sono migliori della loro controparte contenente glutine, perché il cibo spazzatura senza glutine è sempre cibo spazzatura.

Bene, molti ricercatori hanno visto che la quinoa poteva essere un prodotto interessante in una dieta senza glutine per le persone che non volevano rinunciare a pane e pasta.

Gli studi hanno evidenziato che usare la quinoa al posto dei soliti ingredienti senza glutine come tapioca raffinata, patate e farina di mais e riso, aumenta il contenuto di antiossidanti nella dieta.

E’ ricca di proteine e amminoacidi essenziali

Le proteine sono fatte di amminoacidi. Alcuni di questi sono detti essenziali perché noi non possiamo produrli e dobbiamo attingerli, quindi, dalla dieta.

Se un alimento contiene tutti gli amminoacidi essenziali, è una proteina completa.

La quinoa è un’eccezione, perché contiene una buona quantità di tutti gli amminoacidi. Per questo motivo è un’ottima fonte di proteine vegetali. Ha più proteine e di una qualità migliore degli altri cereali.

Ha un basso indice glicemico

L’indice glicemico è la misura di quanto velocemente il cibo innalza i livelli di zuccheri nel sangue.

E’ cosa nota che mangiare cibo che innalza l’indice glicemico può stimolare la fame e contribuire all’obesità (Leggi qui gli studi 12).

Alcuni alimenti con alto indice glicemico sono anche collegati a malattie croniche come diabete e malattie cardiache (Leggi qui lo studio).

La quinoa ha un indice glicemico di 53, che è considerato basso.

E’ ricca di minerali di cui spesso siamo carenti, come il magnesio

Ci sono diversi nutrienti di cui spesso siamo carenti. Questo è vero in modo particolare per il magnesio, il potassio, lo zinco e (per le donne) il ferro.

La quinoa contiene una buona quantità di tutti e 4 questi minerali, soprattutto magnesio, di cui una tazza contiene il 30% dell’RDA.

BIOLOGICA

Il termine “agricoltura biologica” indica un metodo di coltivazione e di allevamento che ammette solo l’impiego di sostanze naturali, presenti cioè in natura, escludendo l’utilizzo di sostanze di sintesi chimica (concimi, diserbanti, insetticidi). Agricoltura biologica significa sviluppare un modello di produzione che eviti lo sfruttamento eccessivo delle risorse naturali, in particolare del suolo, dell’acqua e dell’aria, utilizzando invece tali risorse all’interno di un modello di sviluppo che possa durare nel tempo.

La coltivazione biologica consente inoltre un immenso risparmio energetico, in quanto non vengono usati prodotti di sintesi derivati dal petrolio e si riducono notevolmente i consumi energetici per le lavorazioni del terreno il quale, accumulando humus, diviene più soffice e immobilizza nello stesso tempo moltissima anidride carbonica che diventa sostanza organica, diminuendo l’effetto serra.

Cookies Notice Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella Privacy Policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie chiudendo o nascondendo questo banner, proseguendo la navigazione di questa pagina, cliccando un link o continuando a navigare in altro modo.